You are here

Marfuga Azienda Agraria

L'Affiorante Monocultivar Moraiolo

L’olio extravergine “L’affiorante®” è il primo olio estratto della stagione da olive selezionate 100% Moraiolo raccolte a mano leggermente in anticipo sul giusto grado di maturazione, affinché il consumatore più esigente e raffinato, trovi sempre sulla tavola, quest’olio fruttato e fragrante, da gustare rigorosamente sulle pietanze a crudo. L’inconfondibile sapore netto di oliva, decisamente erbaceo con note dominanti di carciofo e mandorla acerba, con un’intensa e decisa carica amara e piccante, ne fanno la miglior produzione del frantoio Marfuga.

PERIODO DI RACCOLTA:

dal 15 Ottobre al 10 Novembre

Produzione di 5000 bottiglie numerate l’anno

CONSIGLI GASTRONOMICI:

Rigorosamente a crudo su patate, lenticchie, ceci e zuppe di verdure in genere. Ottimo su carni rosse, pesci nobili e in abbinamento a formaggi freschi che esaltano la componente fresco-vegetale dell’olio.

 

 

 

LATEST AKNOWLEDGMENTS

2019 - 1st Classified International Olive Oil Competition ARMONIA - Trophy 2019 - Intense Fruity

 

 

 

Marfuga DOP Umbria

L’olio extravergine MARFUGA® D.O.P. UMBRIA RISERVA è ottenuto da olive selezionate (Moraiolo e Frantoio), raccolte esclusivamente per brucatura a mano negli uliveti di proprietà del territorio di Campello sul Clitunno e Trevi. La lavorazione delle olive viene effettuata nel frantoio di famiglia, leggermente in anticipo sul giusto grado di maturazione. Le caratteristiche chimiche ed organolettiche che contraddistinguono il prodotto sono: colore verde intenso con profumo fresco, erbaceo, con note dominanti di carciofo e cardo, il sapore è ampio, con equilibrata nota amara e piccante ed una grande complessità di sentori vegetali con profumi di mandorla verde in chiusura.

PERIODO DI RACCOLTA:
dal 10 Ottobre al 25 Novembre

CONSIGLI GASTRONOMICI: ideale su tutti i condimenti a crudo e in particolare con tutte le pietanze ricche e saporite, lo consigliamo su zuppe di legumi, carni e verdure alla griglia.

 

 

LATEST AKNOWLEDGMENTS

2019 - 2nd Classified International Olive Oil Competition ARMONIA - Trophy 2019 - Medium Fruity

2018 - 1st Classified International Olive Oil Competition ARMONIA - Trophy 2018 - Medium Fruity

2017 - 2nd Classified International Olive Oil Competition ARMONIA - Trophy 2017 - Delicate Fruity

2016 - 1st Classified International Olive Oil Competition ARMONIA - Trophy 2016 - Medium Fruity

 

 

L'Azienda

L’azienda, da sempre a conduzione familiare, vanta un’antica tradizione nella coltura dell’olivo: testimonianze ritrovate nei magazzini aziendali attestano la vendita di olio ricavato dai propri uliveti già dal 1817 e la spedizione di damigiane di olio nei primi anni del 1900 alle famiglie del Nord Italia.

La passione per la terra, tramandata di padre in figlio, porta Francesco negli anni novanta, a dedicarsi completamente all’azienda agraria e al frantoio, trasferendo la produzione in una nuova costruzione moderna e all’avanguardia.

Per la nuova struttura sono state scelte soluzioni architettoniche finalizzate alla produzione di altissima qualità ed orientate all’accoglienza di visitatori, clienti ed appassionati. Uno stabilimento che è molto più che la sede dell’azienda olearia, ma è prima di tutto il centro dell’attività quotidiana di una famiglia che ha scommesso sulla terra e sui suoi prodotti. E la terra va amata e fatta amare 365 giorni l’anno per ottenere produzioni di alta qualità. Un luogo concepito, quindi, non più solo come luogo di lavorazione delle olive, ma punto di riferimento e di incontro tra coltivatori, produttori e clienti consumatori. L’azienda vissuta come attività pulsante, dove è possibile partecipare a visite guidate e tecniche professionali di assaggio. Così sono state avviate una serie di iniziative che hanno fatto dell’azienda un centro di aggregazione “vivo” tutto l’anno ed in cui vengono ospitate mostre d’arte, organizzate degustazioni e ricevuti gli ospiti che intendono conoscere la realtà delle produzioni Marfuga.

Oltre al prodotto, Francesco e sua moglie Federica, hanno dedicato particolare attenzione al packaging, curando ogni aspetto nei minimi dettagli, dalla scelta delle bottiglie, ai tappi personalizzati, alle etichette e alle scatole.

Nel 2010, ulteriore investimento è stato il rinnovo completo dei macchinari del frantoio, ai quali vengono apportate modifiche ed aggiornamenti annuali, ideati e progettati come fossero abiti su misura.

L’azienda si trova a Campello sul Clitunno a pochi chilometri da Spoleto, in località Marfuga con gli uliveti che si insinuano nel boscoso versante sud di un monte che arriva fino ai 1.200 metri.

La proprietà si estende per 40 ettari con 13.000 piante, di cui più di 1.000 secolari. Le cultivar sono chiaramente quelle proprie del territorio: Moraiolo, Leccino e Frantoio. La coltivazione è tutta biologica, favorita dal clima freddo che impedisce l’attacco della mosca olearia. La produzione media si attesta su 40.000-50.000 litri di olio, suddivisa nella DOP Umbria Colli Assisi-Spoleto, nell’extravergine classico e nell’Affiorante, raffinata produzione in 5mila bottiglie numerate all’anno. Non una di più. La particolarità? Tutte le olive che vengono utilizzate per “L’Affiorante” arrivano dagli oliveti storici e più impervi dell’azienda Marfuga e le cui olive sono raccolte a mano. Dedizione e passione. Gli ingredienti per un olio speciale che è stato premiato come “Miglior olio biologico in Umbria”. “L’Affiorante” è il prototipo di quell’olio estremo su cui Francesco Gradassi ha deciso di costruire il successo, e non solo, del frantoio Marfuga. Non a caso nel 2009 è stato organizzato il convegno “Olio estremo”, in collaborazione con Coldiretti, Unaprol e Comune di Campello sul Clitunno ed in cui esperti e tecnici si sono confrontati sul tema della valorizzazione e tutela delle coltivazioni olearie che più caratterizzano un territorio. A cominciare dalla varietà “moraiolo”, che predilige appunto gli ambienti collinari e la cui resa è molto apprezzata per il caratteristico sapore “fruttato”.

La collina di Marfuga è un anfiteatro naturale, che raccoglie il sole dall’alba al tramonto. E dalla sua terra, custodita e protetta dalla roccia della montagna, nasce “l’olio estremo” – come ama definirlo Francesco Gradassi. Estremo perché a raccoglierle, quelle olive, che poi finiscono nelle pregiate produzioni del frantoio Marfuga, non vengono utilizzati macchinari, ma ogni singolo “piantone”, cresciuto sulla collina impervia, viene curato 365 giorni all’anno e le olive vengono raccolte con il solo lavoro dell’uomo. Rarità al giorno d’oggi. Per questo il risultato finale è un nettare di qualità assoluta. Un prodotto di nicchia. “Piccole quantità di grande qualità” – spiega Francesco Gradassi – “è tanto facile parlare di eccellenze, ma per noi è stata una scelta prioritaria. Prima di ammodernare il frantoio, anni fa, abbiamo pensato al prodotto, alla sua qualità, poi è venuto il contorno”.

Sarà anche per questo che nel 2013 e nel 2017 l’azienda ha ricevuto il suo riconoscimento più importante: il 1° Premio al Concorso Nazionale Ercole Olivario, il più prestigioso e importante concorso nazionale dedicato all’olio extravergine di oliva DOP. Senza dimenticare le classificazioni tra le migliori produzioni italiane all’interno delle maggiori guide del settore sia italiane che straniere (Slow Food, Gambero Rosso, Merum), che da svariati anni riservano alla produzione Marfuga riconoscimenti ed elogi.

Ulteriore apprezzamento e motivo di orgoglio deriva anche dalla possibilità di poter degustare l’olio Marfuga in molti prestigiosi ristoranti quali ad es. il celebre Ristorante LA TERRAZZA dell’Hotel Danieli a Venezia.

Il segreto per arrivare a risultati del genere? Credere nelle proprie origini e proseguire un percorso iniziato un paio di secoli fa. Un percorso per arrivare fino al 2010, con un progetto di rinnovamento dello stabilimento, l’introduzione di nuovi macchinari ed una chiara strategia di marketing e comunicazione diretta da Federica Tondini Gradassi.

Attualmente Marfuga non è solo un semplice brand nel mondo dell’olio, ma è un progetto finalizzato alla valorizzazione del territorio, alla divulgazione culturale e all’estrazione di oli di altissima qualità provenienti da uliveti aziendali posti in luoghi impervi, ove sarebbe impensabile coltivare senza una grande passione.

Per questo Marfuga è anche una serie di eventi che abbracciano la produzione olearia e tutta la cultura del territorio. E così sono nati gli appuntamenti “Liscio come l’olio”, una passeggiata emotivo/sensoriale, tra gli oliveti ed il castello di Campello, poi gli eventi correlati a Frantoi aperti, ovvero il “Week end dell’oro verde”.

Ma è “Liscio come l’olio” il vero evento calamita, un appuntamento che Francesco e Federica hanno creato per avvicinare la clientela, ma anche gli appassionati, alla loro produzione e soprattutto al territorio di Campello. Una passeggiata di quattro chilometri, in cui i visitatori vengono presi per mano e accompagnati nel mondo Marfuga per conoscere gli oliveti, capire il lavoro che ogni giorno richiede l’olivo, ma anche visitare la splendida collina Marfuga e assaporare i prodotti tipici della zona in punti di ristoro, o tappe, di un viaggio sensoriale intenso come l’olio prodotto nel frantoio di famiglia.

C’è poi l’agriturismo, ristrutturato di recente e che si trova all’interno dell’azienda agraria. Una struttura che si affaccia su Spoleto e le Fonti del Clitunno e che è stata realizzata e arredata seguendo i canoni dell’architettura umbra di un tempo.

L’agriturismo, spiega Francesco Gradassi, rientra anche all’interno del più vasto programma di marketing. Nelle stanze della struttura vengono infatti ospitati i clienti dell’Azienda olearia Marfuga e questo permette di far conoscere tutto il mondo che circonda la produzione dell’olio dell’azienda.

Il progetto MARFUGA, nella sua totalità, si pone l’obbiettivo principale della valorizzazione del territorio di Campello sul Clitunno, con la produzione di “OLI ESTREMI”, così definiti perché figli della fatica, del sudore, della laboriosità dell’uomo; prodotti in zone geograficamente impervie, talvolta impossibili e coltivati in minuscoli fazzoletti di terra strappati alla montagna, alle rocce, al bosco.

Oli extravergini straordinari carichi di storia, oli rari (a volte la produzione è di poche migliaia di bottiglie) e preziosi che si fanno apprezzare da quanti amano gli  olii extravergini autentici, fruttati e fragranti, dall’inconfondibile sapore netto di oliva, decisamente erbaceo con note dominanti di carciofo e mandorla acerba.

La Filosofia

Eccellenze come l’Olio extravergine DOP UMBRIA colli Assisi-Spoleto e l’olio extravergine di oliva “L’affiorante” monocultivar moraiolo, sono le giuste rappresentazioni del modo di interpretare lolio di Francesco Gradassi , titolare dell’Azienda Agraria MARFUGA.

Il progetto MARFUGA,  infatti, si pone l’obbiettivo della valorizzazione del territorio di Campello sul Clitunno, con la produzione di “OLI ESTREMI”, così come Francesco ama denominarli.

Oli extravergini figli della fatica, del sudore, della laboriosità dell’uomo; prodotti in zone geograficamente impervie, talvolta impossibili e coltivati in minuscoli fazzoletti di terra strappati alla montagna, alle rocce, al bosco.

Oli extravergini straordinari carichi di storia, olii rari (a volte la produzione è di poche migliaia di bottiglie) e preziosi che si fanno apprezzare da quanti amano gli  olii extravergini autentici, fruttati e fragranti, dall’inconfondibile sapore netto di oliva, decisamente erbaceo con note dominanti di carciofo e mandorla acerba.

L'Agriturismo

L’azienda include anche una struttura di accoglienza ristrutturata di recente composta di appartamenti completamente autonomi che si affaccia su Spoleto e le Fonti del Clitunno ed è stata arredata seguendo i canoni dell’architettura umbra di un tempo.

L’agriturismo, spiega Francesco Gradassi, rientra anche all’interno del più vasto programma di marketing. Nelle stanze della struttura vengono infatti ospitati i clienti dell’Azienda olearia Marfuga e questo permette di far conoscere tutto il mondo che circonda la produzione dell’olio dell’azienda.

La struttura è fruibile durante tutto l’anno offrendo soluzioni diverse a seconda della stagione. Gode infatti di una posizione strategica che consente di raggiungere e visitare in giornata i più interessanti centri storici della regione: Spoleto, Montefalco, Orvieto, Bevagna, Todi, Gubbio, Assisi, Spello. La piscina di acqua salata immersa nel verde e circondata da uno splendido panorama offre refrigerio e riposo nei mesi più caldi e la possibilità di rilassarsi leggendo un libro all’ombra dell’uliveto che la circonda. Quando inizia la stagione della raccolta delle olive, l’agriturismo diventa il punto di riferimento per i tanti appassionati che desiderano fare l’assaggio dell’olio nuovo, visitare il frantoio oleario, seguire la degustazione guidata o partecipare alla raccolta. L’azienda olearia e l’agriturismo sono parte integrante del territorio nel quale operano con l’obiettivo di valorizzarlo e farlo conoscere.

Ricette

Passato di fave su riccioli di pancetta (per 6 pax)

            Ingredienti:

  • 1,5 Kg. di fave fresche (pesate pulite con la buccia ma senza baccello). Vanno bene anche quelle surgelate;
  • Scaglie di formaggio pecorino di Norcia;
  • 150 gr. pancetta arrotolata tagliata in fettine sottili;
  • Olio extravergine di oliva Marfuga L’affiorante;
  • Pane tostato

            Preparazione:

Lessare le fave in acqua salta per 5/6 min. Nel frattempo soffriggere la pancetta e distribuire in 6 piatti fondi.

Passare le fave al passaverdura e servire sulla pancetta precedentemente soffritta.

Condire con un generoso filo d’olio L’affiorante e scaglie di pecorino di Norcia.

Servire con pane tostato.

Insalata di farro e pomodorini

Ingredienti:

500 gr. di farro

300 gr. di pomodorini ciliegia

2 mozzarelle

qualche foglia di basilico fresco

olio extravergine di oliva L’affiorante

Lessare il farro in abbondante acqua salata per circa 30 minuti, scolarlo e condire con olio extravergine di oliva. Quando il farro sarà freddo aggiungere i pomodorini e la mozzarella tagliati a dadini. Condire con olio extravergine di oliva, aggiustare di sale e aggiungere foglie di basilico spezzettate a mano.

Mescolare bene per amalgamare tutti gli ingredienti. Far riposare almeno un’ora prima di servire l’insalata di farro, guarnendola con foglie intere di basilico.

 

Lenticchie in bianco

Ingredienti:

100 gr. di lenticchia a testa

Sedano

Aglio

Crostini di pane

Lessare le lenticchie in abbondante acqua salata per circa 35-40 minuti con l’aggiunta di uno spicchio d’aglio e di un pezzo di sedano, fino a cottura. Condire con olio extravergine di oliva L’affiorante e accompagnare con crostini di pane abbrustolito.

---------

INSALATA DI LENTICCHIE

Ingredienti:

  • Lenticchie (o altri legumi/cereali a piacere come ceci, fagioli o farro)
  • Pomodorini ciliegia
  • Rucola
  • Olio DOP UMBRIA RISERVA a crudo
  • 2 foglie di alloro
  • 1 spicchio d’aglio
  • Sale

Scegliere un contenitore di coccio o di acciaio e riempirlo con una quantità di acqua pari al doppio del volume dei legumi/cereali da cucinare. Aggiungere le lenticchie all’acqua fredda aromatizzata con alloro e aglio (o altri aromi a piacere) e portare ad ebollizione. Una volta giunta ad ebollizione, ridurre la fiamma e coprire con un coperchio, facendo cuocere a fuoco lento per circa 20-30 minuti. Aggiungere il sale solo a fine cottura per evitare che le lenticchie si induriscano.

Condire con i pomodorini tagliati a pezzetti, foglie di rucola e olio a crudo. Se necessario e se sono troppo asciutte, aggiungere un cucchiaio di acqua di cottura. Aggiustare di sale.

MARFUGA

Viale Firenze CAMPELLO sul CLITUNNO (Perugia)

Tel.: 0743 521338 – Fax.: 0743 270043

www.marfuga.it

Contacts

Olive Oil Academy
by Gruppo IRVEA
Via Verdi, 2 - C.C.I.A.A. - 43100 Parma (PR) - Italy

Tel. +39 0521 184 1531
Fax. +39 0521 148 0029
E-mail: info@oliveoilacademy.org